SEGUICI
Nuraghe Santa Barbara, Macomer
Fonte: www.sardegnaturismo.it

L’itinerario pone in collegamento il suggestivo borgo medioevale di Bosa, nella valle del fiume Temo, con l’importante nodo intermodale di Macomer, ai piedi della catena del Marghine. Bosa, alle pendici del colle di Serravalle dominato dal castello dei Malaspina e poco distante dalle acque cristalline del mare occidentale, è il centro urbano principale della regione storica della Planargia, attraversato dal corso sinuoso del Temo, sulla cui foce sorge il porto turistico fluviale. A partire da questo luogo l’itinerario percorre i territori comunali di Magomadas, Flussio, Tinnura, Sagama, Sindia e Macomer, passando dalla regione storica della Planargia a quella del Marghine. L’itinerario trova conclusione presso Macomer, centro urbano arroccato sulle sponde basaltiche del rio S’Adde e naturale crocevia dei collegamenti nord – sud dell’isola grazie alla sua posizione geografica; per la presenza della stazione ferroviaria e della stazione ARST dedicata al trasporto pubblico su gomma si configura come polo di integrazione intermodale di primo livello, rafforzato dalla realizzazione del nuovo centro intermodale passeggeri di piazza Due Stazioni. Da quest’ultimo centro è possibile proseguire verso l’entroterra percorrendo l’itinerario per la stazione di Tirso, nel comune di Illorai, mentre dalla città di Bosa si sviluppano i percorsi costieri per i centri di Alghero a nord e Oristano a sud.

Dati
Bosa
Stazione ferroviaria di Macomer
MEDIO
MEDIA
MEDIO-ALTA
87% asfalto; 13% stabilizzato naturale
887 m
318 m
39,62 Km
2:38:00 ore
65%

Maggiori Informazioni

Territorio
  • Planargia
  • Marghine